A causa di diversi problemi ormai superati non sono stati pubblicate su questo sito a tempo debito le promozioni di eventi e manifestazioni da noi organizzati. Per mantenere traccia del nostro lavoro, continuiamo a costruire articoli  in cui pubblichiamo le locandine relative ad uno stesso anno arricchite da una breve descrizione della manifestazione richiamata. Aggiungiamo inoltre che per ingrandire una locandina basta cliccare/tappare sulla sua immagine e che per avere maggiori informazioni sul libro oggetto dell’incontro, qualora sia presente nel nostro catalogo, occorre ripetere l’operazione sulla dicitura “Libro a catalogo”.

****************************************************************

13 Settembre 2017

****************************************************************

Sono passati trent’anni dalla fondazione della nostra associazione da parte  di Mons. Francesco Carafoli ed il Centro Studi Storici Nonantolani assieme al Gruppo Studi Bassa Modenese hanno voluto celebrare la ricorrenza invitando il Can. don Riccardo Fangarezzi ad esporre una dettagliata cronolgia della vita del fondatore e ad elencarne le opere letterarie. Il prof. Paolo Golinelli della Università di Verona ha invece voluto rivivere assieme agli ospiti presenti nella Sala Verde Abbaziale alcuni episodi della vita dell’indimenticabile Monsignore.

La giornata si è poi conclusa con una interessantissima  relazione della prof.ssa Stefania Roncalli che ha portato testimonianze della antica notazione musicale nonantolana attraverso reperti del secolo IX presenti nella Biblioteca Vaticana ed in particolare di uno spezzone di  Antifonario ritrovato nell’Abbazia di Santa Lucia di Roffeno annoverata fra i possedimenti del nostro Monastero.

****************************************************************

24 Settembre 2017

****************************************************************

A distanza di un anno dalla presentazione del libro sul padre saveriano Piccinini Ermanno l’ing. Luciano Montanari ha presentato un nuovo libro dedicato alla figura del fratello Saveriano Vittorio Faccin assassinato in Congo nel 1964 e che ha vissuto a Nonantola.

In questa nuova operal’autore riporta uno spaccato degli eventi congolesi dei primi anni ’60 ed una descrizione della tragica e triste fine di un altro missionario nonantolano. La ricerca approfondisce la vita e la figura di Faccin per farlo conoscere ai tanti che forse non ne avevano sentito parlare e per mantenerne viva la memoria in coloro che, al contrario, hanno conosciuto lui e la sua famiglia. Faccin, infatti, è stato a Nonantola per tredici anni, ma vi ha trascorso solo i giorni delle brevi vacanze che gli venivano concesse dagli impegni studio-lavoro nelle case saveriane e dall’impegno in Africa.

Nel libro sono riportate le lettere che Vittorio inviava alla famiglia nei cinque anni che ha trascorso nei villaggi congolesi del Centro Africa dove con grande fede e determinazione si era recato per diffondere con passione ed amore il Vangelo a popolazioni che vivevano ancora secondo credenze e riti tribali. A quel popolo, subito dopo l’arrivo di Faccin, fu concessa improvvisamente l’indipendenza e questi si trovò, suo malgrado, al centro degli scontri fra le diverse fazioni che si contendevano risorse e poteri e purtroppo  ne fu vittima innocente.Per lui, dopo la sua eroica morte, è  in corso un processo di beatificazione.

Montanari ricorda, sinteticamente e con precisione, quegli eventi che i nostri notiziari radiotelevisivi portavano quotidianamente nelle nostre case e ci fa rivivere quegli episodi allora tanto seguiti dalla opinione pubblica.

Libro a catalogo

****************************************************************

20 Ottobre 2017

****************************************************************

Venerdì 20 0ttobre 2017 è stato presentato un libro di fotografie e ricordi sul tratto di Ferrovia della Società Veneta che collegava Modena a Ferrara e che toglieva dall’isolamento vari comuni del percorso fra le due città a cui metteva a disposizione un comodo ed utile mezzo di trasporto per raggiungere le due città. Per Nonantola rappresentava allora un servizio indispensabile per raggiungere Modena.

Il libro, curato dal Centro Studi Storici Nonantolani, ha potuto vedere la luce grazie all’impegno dell’editore de Il Fiorino prof. Piero Guerzoni e degli autori Piccinini Ombretta, Gian Luigi Casalgrandi e Ivano Ansaloni tutti presenti alla manifestazione ed è stato dedicato al tratto di ferrovia Modena – San Matteo della Decima ed al trenino chiamato la “Marianeina”.

Il libro è nato in seguito all’analisi di una idea della maestra Reggiani Marisa che ha iniziato a costruire il Museo della Ferrovia Modena – Ferrara presso l’ex Casello 33 nel tratto tra Ravarino e Crevalcore acquistando una locomotiva a vapore originale, ed invitando i cittadini dei comuni limitrofi in possesso di materiali, oggetti, documentazione dell’epoca e/o fotografie relativi alla struttura e al personale  della “Marianeina” a contattarla al seguente indirizzo:

via Muzza Sud 985 – 40014 Crevalcore (BO) – tel. 051-983448

****************************************************************

22 Ottobre 2017

****************************************************************

Giulio Cesare e Clotilde Fangarezzi nell’Ottocento italiano ed emiliano

Alle origini dell’Azione Cattolica nel 150° della fondazione

Introduce Giorgio Fava , relatore don Riccardo Fangarezzi

G.C. Fangarezzi, nato a Stuffione, vissuto a Bologna al tempo del Risorgimento, insieme alla moglie fu importante figura di organizzatore del movimento dei cattolici italiani che portò alla nascita dell’Azione Cattolica 150 anni fa.

Nota: Articolo in fase di completamento