LE CHIESE PARROCCHIALI del Comune di Nonantola – Documenti per la storia delle fabbriche ecclesiali dal 1200 al 2019

Di Mauro Calzolari.

PRESENTAZIONE

In questo volume vengono presentati i risultati delle recenti ricerche archivistiche di Mauro Calzolari sulle quattro chiese parrocchiali dell’odierno Comune di Nonantola: la Pieve di San Michele di Nonantola, Santa Maria di Bagazzano, Santa Maria di Redù e San Pietro di Rubbiara. Lo studio è finalizzato ad analizzare le trasformazioni delle strutture materiali delle singole “fabbriche” ecclesiali dal tardo Medioevo al 2019 e si fonda sulle indicazioni fornite dai documenti scritti, che ci aiutano a comprendere le insospettate stratigrafie ed interventi su edifici che si presentano a noi con la veste assunta nell’ultima fase della loro storia, ma che spesso nascondono, sotto gli intonaci recenti, le tracce di murature realizzate spesso da diversi secoli. Si tratta senz’altro di un’analisi settoriale, specifica, limitata all’ambito storico-topografico-archeologico (e architettonico) su edifici di culto che perlomeno dal Medioevo sono stati – e lo sono tuttora – centri di riferimento delle comunità sparse nel nostro territorio. Ed è proprio questo il pregio di questo lavoro, che intende fornire elementi utili per ulteriori approfondimenti, in connessione con: con la realtà sociale, economica e  religiosa delle singole parrocchie, qui non trattata.

Il volume si articola in cinque sezioni. All’inizio troviamo una dettagliata Nota introduttiva sulle chiese parrocchiali del Comune di Nonantola dal 1200 al 2019 con un inquadramento generale della presenza plurisecolare delle chiese parrocchiali nel nostro territorio. Da notare che in alcune tabelle di sintesi si sono evidenziati alcuni caratteri delle tipologie edilizie locali e dei culti attestati nelle diverse epoche. Seguono quattro capitoli sulle singole chiese parrocchiali: ognuno di essi si apre con una sintesi delle vicende edilizie dell’edificio di culto, poi con la successiva presentazione di un corpus documentario, che rende conto degli interventi accennati, lasciando gustare al lettore la narrazione diretta – in latino o in italiano – delle fonti storiche locali.

Per questa minuziosa indagine l’autore ha consultato, in modo mirato, anzitutto gli archivi parrocchiali di San Michele di Nonantola, di Bagazzano, di Redù e di Rubbiara, e alcuni dei fondi dell’Archivio Abbaziale di Nonantola (con la documentazione della diocesi nonantolana); poi altri materiali specifici presso l’Archivio Storico Diocesano di Modena-Nonantola, l’Accademia Nazionale di Scienze, Lettere e Arti di Modena, l’Archivio di Stato di Modena, la Biblioteca Estense Universitaria di Modena e l’Archivio della Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per la città metropolitana di Bologna e per le province di Modena, Reggio Emilia e Ferrara, a Bologna. Come avverte lo stesso Calzolari a proposito di un analogo lavoro sulle chiese mirandolesi, l’apparato documentario può sembrare arido e di lettura noiosa, se non addirittura di consistenza eccessiva, ma in realtà è da intendere come una irrinunciabile base su cui impostare ogni successiva analisi sulle più articolate tematiche storiche legate alla realtà delle parrocchie.

Ogni capitolo è accompagnato da un apparato iconografico che illustra le singole fabbriche ecclesiali: da segnalare, in particolare, le planimetrie con le fasi evolutive degli edifici di culto.

Fino dalla sua fondazione, che risale ormai al lontano 1987, il Centro Studi Storici Nonantolani promuove l’interesse per le radici storiche, i monumenti e le testimonianze artistiche locali e ad oggi ha edito oltre 120 pubblicazioni. Questo ultimo lavoro di Mauro Calzolari, che ringraziamo sentitamente, si inserisce assolutamente in questo percorso. Ricordiamo che con la nostra Associazione l’autore ha pubblicato nel 2012 il volume I nomi delle vie di Nonantola dal 1300 al 2011 e nel numero 19/2019 di Memorie l’articolo Documenti inediti sulle strutture materiali e le trasformazioni edilizie dell’Ospitale e della Chiesa di Santa Maria Fuori le Mura di Nonantola (1325-1925).

Giorgio Malaguti

Presidente del Centro Studi Storici Nonantolani

Il Testo

SOMMARIO

Presentazione

Giorgio Malaguti, presidente del Centro Studi Storici Nonantolani

Prefazione di Don Riccardo Fangarezzi, direttore dell’Archivio Abbaziale di Nonantola

Paesaggi di sacra presenza. Documenti, studi e libri per la storia di un territorio

           a partire dalle sue chiese

NOTA INTRODUTTIVA SULLE CHIESE PARROCCHIALI DAL 1200 AL 2019

  1. Metodologia di ricerca: le fonti
  2. Trasformazioni delle fabbriche ecclesiali dal tardo Medioevo al xx secolo
  3. Fasi costruttive delle chiese del territorio di Nonantola dal xiii al xx secolo
  4. Tipologie degli elementi costruttivi delle fabbriche ecclesiali dal xiii al xx secolo
  5. Titoli degli altari dal xvi secolo al 2019

LE FABBRICHE ECCLESIALI: DOCUMENTI E IMMAGINI

Criteri di trascrizione dei documenti

I. Chiesa parrocchiale (Pieve) di San Michele di Nonantola

  1. Le vicende dell’edificio
  2. Documenti dall’870 al 1999

II. Chiesa parrocchiale di Santa Maria di Bagazzano

  1. Le vicende dell’edificio
  2. Documenti dal 1101 al 1990

III. Chiesa parrocchiale di Santa Maria di Redù

  1. Le vicende dell’edificio
  2. Documenti dal 1101 al 1986

IV. Chiesa parrocchiale di San Pietro di Rubbiara

  1. Le vicende dell’edificio
  2. Documenti dal 1101 al 1943

ABBREVIAZIONI E BIBLIOGRAFIA

Caratteristiche

Ed. IL FIORINO – Modena

Formato: 21×30

Pagine: 198

Codice ISBN: 978-88-7549-862-7

Anno: 2020

Se vuoi maggiori informazioni scrivi a centrostudinonantola@libero.it  . . . . . . . . . . . . . . oppure