Il colto e l’incolto – L’abate Rodolfo I (1002 – 1035) e l’abbazia di Nonantola.

Autore Domenico Cerami

Nel libro le vicende occorse all’Abbazia nonantolana nei secoli XIV-XV sono documentate dagli atti conservati presso alcune istituzioni bolognesi: l’Archivio generale arcivescovile, l’archivio di stato, la biblioteca universitaria e la biblioteca dell’archiginnasio.

Gli autori prof. Domenico Cerami e prof. Simone Marchesini sono autori di diversi saggi sulle istituzioni religiose ed ecclesiastiche di ambito padano.

Il Testo

INDICE

INTRODUZIONE

Capitolo I

ASPETTANDO RODOLFO

  1. Verso Nonantola
  2. Presenze monastiche
  3. Ottone I e Ottone II. L’età dei lupi rapaci

3.1 Ottone III e l’abbazia di Nonantola tra tradizione e riforma

3.2 Nonantola, Ravenna e Roma (997-1001) 

Capitolo II

TRACCE E INDIZI, MA NON PROVE

  1. Per introdurre
  2. Ipotesi genealogiche
  3. Gli esordi di Rodolfo a Nonantola

Capitolo III

RODOLFO TRA RE E IMPERATORI

  1. La ricerca di autonomia durante il regno di Arduino di Ivrea
  2. Il monachesimo italico tra Ottone III ed Enrico II
  3. Sigefredo II e Tedaldo di Canossa
  4. Da Enrico II a Corrado II
  5. Ariberto d’Intimiano, il secondo abate

Capitolo IV

RODOLFO IL COLTO

  1. Costruire la parola
  2. Culture monastiche
  3. I luoghi della memoria

            3.1 La biblioteca

            3.2 Lo scriptorium

            3.3 L’archivio 

Capitolo V

TERRA SANCTI SILVESTRI

  1. Orizzonti monastici
  2. Paesaggi politici
  3. Nel cuore dello “Stato nonantolano
  4. La pieve di San Michele Arcangelo di Nonantola
  5. Iugeri
  6. Arboreto salvatico
  7. Le acque

Capitolo VI

DENTRO IL CHIOSTRO LUNGO LE VIE

  1. Frammenti e fotogrammi
  2. Cum consensu fratrum monachorum
  3. I luoghi di Rodolfo
  4. L’ultima alba

Conclusioni e auspici

Appendici

Bibliografia

Caratteristiche

Ed. IL FIORINO – Modena

Formato: 17×24

Pagine: 134

Codice ISBN: 978-88-7549-712-5

Anno: 2017

Se vuoi maggiori informazioni scrivi a centrostudinonantola@libero.it  . . . . . . . . . . . . . . oppure