11 dicembre 2015 – Presentazione del nuovo numero di Memorie

Il  Centro Studi Storici  Nonantolani organizza per venerdi’  11 dicembre alle ore  21.00  presso la  Sala  Verde del Palazzo  Abbbaziale di Nonantola la presentazione del n. 15 della sua rivista MEMORIE.

L’ingresso a questa iniziativa, come di norma per tutte le attivita’ del Centro Studi, è libera e gratuita sia per i soci che per i simpatizzanti.

 

Illustriamo di seguito, più dettagliatamente di quanto compaia nella locandina a lato, il programma della serata.

LOC-Memorie prima parte15 ridotta

  • All’inizio il presidente presentera’ il consuntivo delle iniziative concretizzate nel 2015 ed il programma previsto per il 2016, quindi  Luciano  Montanari  e Letterio Zappone illustreranno il nuovo sito   www.centrostudinonantola.it
  •  Seguira’ quindi la presentazione  di diverse ricerche da parte di alcuni autori essendo prevista una seconda serata per la illlustrazione dei restanti articoli

In sintesi questi gli argomenti delle ricerche che saranno illustrati venerdi’  11 dicembre

  1. Emanuela  Marinelli illustrera’ la storia dellla Pieve di San Felice dellla Muzza posta al confine tra il modenese ed il bolognese e dedicata al santo protettore dalla guerra e dalla peste. Citata nel Placito di re Corrado II  del 1026 non è da escludere che la sua costruzione sia piu’ antica. Allegata vi è una carta topografica, ricalcata da quella del Calindri, che individua l’ubicazione dellla chiesa ormai scomparsa.
  2. Olimpia  Nuzzi ha studiato la  corrispondenza tra il Vicario  Generale della Diocesi di Nonantola mons. Andrea  Placido  Ansaloni e lo storico  modenese  Girolamo  Tiraboschi . Ansaloni supporto’  le ricerche e forni’ al Tiraboschi le fonti e la documentazione per la pubblicazione nel 1784 dei noti due tomi della Storia dell’ Augusta Badia di Nonantola.
  3. Francesco  Maria Feltri, che ha dedicato molti anni allo studio dello sterminio degli ebrei compiuto dai nazi-fascisti, approfondisce anche le differenze tra i campi di sterminio ed i campi di concentramento attivati  nella Polonia occupata. E’ questo un aspetto importante della shoah in relazione alle vicende dei ragazzi ebrei salvati a  Villa  Emmma di  Nonantola. Nell’ultima parte del suo articolo  Feltri esamina gli effetti bestiali della  soluzione  finale concretizzati  in  Lituania , Lettonia  ed  Ucraina-
  4. Giovanni  Tosatti, in occasione del  100°  anniversario della prima  guerra  mondiale, narra alcune significative vicende che hanno coinvolto il nonno  paterno sottotenente di fanteria Camilllo Tosatti.  Le lettere scritte alla famiglia evidenziano il trauma della guerra  e le enormi perdite di vite umane. Durante le disastrose battaglie di  Caporetto e di  Cividale del  Friuli nell’ottobre del  1917 furono catturati migliaia di soldati italiani tra cui  Camiillo  Tosatti. Iniziarono cosi’ i suoi patimenti in un campo di prigionia nei pressi di  Hannover in  Bassa  Sassonia. Durante la detenzione ebbe occasioe di conoscere altri  prigionieri divenuti poi famosi tra cui gli scrittori e poeti Carlo  Emilio  Gadda e  Guido   Sironi.
  5. Giorgio  Malaguti, in occasione del  70° della liberazione, illustra  tre documenti relativi alla liberazione dell’Emilia da parte degli  Alleati il 21 -22 aprile  1945: la liberazione di  Zenerigolo frazione di  San Giovanni in Persiceto del’allora vice-parroco don  Ernesto  Tabellini. la  liberazione di Sant’Agata  Bolognese  ricordata dallo storico locale  Alberto  Barbieri ed, Infine, l’avvincente storia di un carro armato tedesco colpito durante la liberazione di Nonantola da un cacciacarri dellla 10° divisione americana; iIl carroarmato, ormai inutilizzabile, fu portato all’interno di Villa  Emma e quindi spedito clandestinamente in Palestina dal gruppo di ebrei sopravvissuti alla shoah che ,terminata la guerra, vi erano  ritornati in attesa di partire per la Terra  Promessa.

 

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *